Skip to content

DIEGO MARADONA Un film di ASIF KAPADIA

Il 5 luglio 1984 Diego Maradona arriva a Napoli con un ingaggio da record, nonostante non avesse dato grandi risultati nella prestigiosa squadra precedente. Nei sette anni successivi scatena l’inferno.

L’icona del calcio più famosa del mondo e una tra le più passionali e pericolose città d’Europa,formano un connubio perfetto. In campo Diego Maradona è un genio. Fuori dal campo, è trattato alla stregua di un dio. Al carismatico argentino piace lottare contro ogni pronostico ed è grazie a lui che il Napoli si aggiudica il primo Scudetto della storia.

Sembra un sogno. Ma c’è un prezzo da pagare… Diego può fare ciò che più gli piace mentre compie miracoli in campo; però, man mano che passa il tempo, le cose cominciano a cambiare.

Non puoi essere considerato alla stregua di un dio e non pagare le conseguenze di questa “onnipotenza” nell’olimpo dello stadio. Come un gladiatore, lo riprendono nei corridoi che portano nel campo di calcio prefigurando l’ascesa di un mito.

Di umili origini, nato nella favelas argentina, sarà il riscatto delle diseguaglianze tra “personaggi potenti” vs “uomo della strada” senza futuro, con un lungo e tortuoso cammino.

Il Popolo campano e tutto il meridione che sente il peso delle diversità  nei cori razzisti da stadio, lo eleggono a eroe e condottiero capace di annullare sul campo queste offese.

Osannato come un dio, questo docufilm, ci regala una parabola senza piaggerie dall’ascesa al tonfo del campione in una manciata di anni tra campionati del mondo, coppe e scudetti, con aneddoti e legami con ambienti della malavita, alquanto discutibili ma molto probabilmente inevitabili.

Certamente nella millenaria storia passata, abbiamo avuto sempre bisogno di miti ed eroi, nel nostro contemporaneo Maradona sicuramente ha il suo posto.

Al cinema il 23, 24, 25 settembre 2019

Giovanni De Santis

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i film per non dimenticare

27 Gennaio 2024

In occasione del Giorno della Memoria (27 gennaio) ci sembra opportuno segnalarvi una selezione di film nel nostro catalogo che sono stati fondamentali nel racconto di ciò che è successo durante gli anni della dittatura nazista: dai film di propaganda ai documentari, dalle prime opere realizzate nella Germania Est al cinema hollywoodiano, per conoscere il ruolo fondamentale della settima arte nella storia, nonché importante strumento di conoscenza. 

Nelle sezione “Guerra” sul nostro sito potrete quindi trovare capolavori come “I figli di Hitler”, un’aspra critica del regista Edward Dmytryk sull’educazione hitleriana, al vincitore del Festival di Locarno “Rotation” e il film perduto della propaganda nazista “Das Ghetto”.

Le muse impenitenti

L’associazione e compagnia teatrale le Muse Impenitenti, Marinetta Martucci e Arianna Villamaina, due attrici potentine, tornano a calcare il palcoscenico con una nuova esilarante ed originalissima commedia: Come lo zucchero per il caffè – ‘‘O Teatro è ‘o paese d’ ’o vero. Una commedia divertente e con performance di danza fuori le righe, che ci trasporta in un musical vero e proprio per poi allietare il pubblico con una sorpresa golosa. Lo spettacolo è un contenitore di arte a tutti gli effetti ed è un inno alle mille sfaccettature che in essa sopravvivono.