Skip to content

FAR EAST FILM FESTIVAL 22

LA SEZIONE INDUSTRY DEL FEFF, FOCUS ASIA, APRE AI WIP (WORK IN PROGRESS)!

Il FAR EAST FILM FESTIVAL diventa l’unica piattaforma

europea dedicata ai film asiatici in post-produzione.

UDINE – Con Far East in Progress – questo il nome della nuovissima sezione che verrà inaugurata quest’anno – il Far East Film Festival di Udine diventerà nell’aprile 2020 la prima e unica piattaforma europea dedicata ai film asiatici in post-produzione. Cioè quei film, quasi finiti, che ambiscono a trovare un proprio sales agent per esser rappresentati a livello internazionale, quei film che puntano ai grandi festival estivi/autunnali come Locarno, Venezia, Toronto, Busan e Tokyo. Favorito dalla sua posizione strategica (al centro dell’Europa) e dalla sua collocazione temporale (pochi giorni prima del festival e del mercato di Cannes), Far East in Progress stimolerà nuove sinergie tra i due continenti. 

L’obiettivo di Far East in Progress, oltre a quello di farsi da ponte tra i work in progress (appunto) e i possibili compratori internazionali, sarà anche quello di attrarre sempre di più i venditori europei e i rappresentanti dei Festival di tutto il mondo. Il comitato di selezione sarà guidato da Marie-Pierre Valle, della Wild Bunch, e la deadline per l’iscrizione dei lavori è fissata per il 10 marzo

Far East in Progress, dunque, andrà a potenziare (e ne sarà una naturale prosecuzione) Get Ready for Cannes, cioè lo speciale showcase che a Udine permette ogni anno ad un numero selezionato  di sales agent di presentare le nuove line-up in anteprima ai compratori internazionali e ai programmatori di Festival europei ed asiatici presenti in città. È evidente che, a dieci giorni dall’inizio di Cannes, questa rappresenti un’occasione unica ghiottissima per qualsiasi venditore. Occasione che evidenzia la sempre maggiore centralità di Udine nel panorama europeo.

Sia Far East in Progress che Get Ready for Cannes sono parte integrante della sezione Industry del Festival friulano, Focus Asia, che nel 2020 compie 4 anni e porta ogni aprile a Udine oltre 200 professionisti del settore da tutto il mondo. Focus Asia ha anche un proprio mercato di  progetti, All Genres Project Market, dedicato ai “film di domani” con un forte potenziale di co-produzione o co-finanziamento in Europa o in Asia. Il project market si terrà dal 29 aprile al 1° maggio 2020, nel cuore del Far East Film Festival 22, ed è possibile iscrivere il proprio progetto direttamente online (http://bit.ly/FocusAsia2020entro il 15 febbraio.

«Anche quest’anno – commenta Sabrina Baracetti, Presidente del Far East Film Festival – ci aspettiamo un gran numero di submission da tutto il mondo, dal cinema di genere più estremo a progetti più autoriali, nella speranza di connettere sempre di più le industrie dei due continenti e di veder crescere la reputazione del FEFF anche a livello di mercato». 

La quarta edizione di Focus Asia – ricordiamo – conferma anche quest’anno la partnership con alcuni rappresentanti dei più importanti festival di cinema di genere, coinvolti direttamente nella selezione dei progetti, e rinnova la collaborazione con Eave ed European Film Promotion.

Gianmatteo Pellizzari

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

autobiography - il ragazzo e il generale

Al cinema dal 4 Aprile

Rakib, un giovane ragazzo indonesiano, diventa assistente di Purna, ex generale del regime in pensione. Quando Purna inizia una campagna elettorale per essere eletto sindaco, Rakib si lega all’uomo, diventato per lui mentore e figura paterna. Un giorno, però, un manifesto elettorale di Purna viene trovato vandalizzato: un gesto che avrà conseguenze inimmaginabili per entrambi.
Con un ritratto intimo di due generazioni che vivono sotto lo stesso tetto, il regista Makbul Mubarak ripercorre un doloroso periodo storico della sua nazione con un thriller intenso, che presenta forti risonanze con la contemporaneità ed una forte universalità del tema della lealtà e della vicinanza al potere.

i film per non dimenticare

27 Gennaio 2024

In occasione del Giorno della Memoria (27 gennaio) ci sembra opportuno segnalarvi una selezione di film nel nostro catalogo che sono stati fondamentali nel racconto di ciò che è successo durante gli anni della dittatura nazista: dai film di propaganda ai documentari, dalle prime opere realizzate nella Germania Est al cinema hollywoodiano, per conoscere il ruolo fondamentale della settima arte nella storia, nonché importante strumento di conoscenza. 

Nelle sezione “Guerra” sul nostro sito potrete quindi trovare capolavori come “I figli di Hitler”, un’aspra critica del regista Edward Dmytryk sull’educazione hitleriana, al vincitore del Festival di Locarno “Rotation” e il film perduto della propaganda nazista “Das Ghetto”.

Le muse impenitenti

L’associazione e compagnia teatrale le Muse Impenitenti, Marinetta Martucci e Arianna Villamaina, due attrici potentine, tornano a calcare il palcoscenico con una nuova esilarante ed originalissima commedia: Come lo zucchero per il caffè – ‘‘O Teatro è ‘o paese d’ ’o vero. Una commedia divertente e con performance di danza fuori le righe, che ci trasporta in un musical vero e proprio per poi allietare il pubblico con una sorpresa golosa. Lo spettacolo è un contenitore di arte a tutti gli effetti ed è un inno alle mille sfaccettature che in essa sopravvivono.