Skip to content

Hai già un Account*?

*Se non trovi le credenziali di accesso

DOTTOR MABUSE, IL GRANDE GIOCATORE parte uno

Cult

Mabuse è un personaggio che ha lasciato un segno profondo non soltanto all’interno della storia del cinema mondiale ma anche, in senso più ampio, nella cultura occidentale.
Per questo dono dobbiamo riconoscere la sua paternità a Fritz Lang, l’uomo che ha saputo strapparlo dalle pagine di un romanzo, “Il Dr. Mabuse, der Spieler” (1921) che Norbert Jacques diede alle stampe nel 1921, il cineasta che, forse più tra tanti altri, ha incarnato la creatività e il desiderio di fare sì che il cinema fosse l’arte sintesi di tutte le altre arti che la precedettero.

Siamo nel 1922 nella Germania della Repubblica di Weimar, un periodo ricco di fermenti artistici e culturali di grande peso in cui si respira un’aria di riscatto sociale, di fiducia verso il futuro ma anche di malcontento popolare dovuto
alla forte crisi economica che il Paese è costretto ad affrontare in seguito alla pesante sconfitta subita dalla Grande guerra, dalla quale ne uscì fortemente indebolito non solo da un punto di vista politico
ed economico ma anche culturale.

Film Muto con Accompagnamento Musicale Stereo
Sottotitoli: Italiano (Forced)
Rapporto schermo: 1.33:1 (Riadattato in formato 16/9 Pillarbox)

Drammatico

 


Noleggialo o Acquistalo Ora!


Abbonati e Risparmia Ora!

MISSION

Chi è il nuovo fidanzato di Gwyneth Paltrow? Chi è l’attrice più hot di Hollywood? Dove è stato avvistato lo yacht di Leonardo Di Caprio? Non lo sappiamo e a dirla tutta ci importa poco. Quello che ci importa è navigare nel periglioso, affascinante e imprevedibile mare del cinema, fatto di kolossal e piccole avventure indipendenti, star system e marginalità, intellettuali e commedianti. Cerchiamo di farlo, da vent’anni a questa parte (vent’anni di una gloriosa rivista e di daily dei più importanti festival italiani) utilizzando un’ottica il più possibile precisa e profonda e un linguaggio il più possibile divulgativo e leggibile.

Chi, accanto alla rivista, sceglierà di frequentare il nostro sito, di certo sarà inondato di stimoli e costretto, per stare a galla in questo periglioso, affascinante e imprevedibile mare, a superare “una certa tendenza del cinema”, fatta di patine inutili, di intellettualismi irritanti, di strutture che non dialogano, di professionalità improvvisate, di divisioni arcaiche e gerarchie di comodo che ci allontano dal cuore di ciò che amiamo: il film.

Le muse impenitenti

L’associazione e compagnia teatrale le Muse Impenitenti, Marinetta Martucci e Arianna Villamaina, due attrici potentine, tornano a calcare il palcoscenico con una nuova esilarante ed originalissima commedia: Come lo zucchero per il caffè – ‘‘O Teatro è ‘o paese d’ ’o vero. Una commedia divertente e con performance di danza fuori le righe, che ci trasporta in un musical vero e proprio per poi allietare il pubblico con una sorpresa golosa. Lo spettacolo è un contenitore di arte a tutti gli effetti ed è un inno alle mille sfaccettature che in essa sopravvivono.