Skip to content

IL FARINOTTI 2023

Pino Farinotti è critico, docente universitario e scrittore, ha scritto bestseller di narrativa tradotti in varie lingue che hanno ottenuto i più importanti premi letterari, ma anche attore, dove ha partecipato con un cameo, nel film “7 km da Gerusalemme” tratto dal suo romanzo.

Nel settore video annovera anche la realizzazione di docufilm, con il patrocinio del comune di Milano, “Giants in Milan”  con 10 prodotti in occasione dell’evento mondiale Expo del 2015, co-prodotti con DNA srl (disponibili in DVD e streaming con www.e-cinema.it).

Il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, nel 2003, lo ha nominato “Benemerito della cultura”.Un curriculum che viene raggiunto dopo anni di duro lavoro e abnegazione per il settore definito la settima arte: il Cinema.

Il primo dizionario viene realizzato nel lontano (oramai) 1979 editato dalla Rusconi, a seguire Garzanti, Mondadori, Newton Compton con ben 12 edizioni, LA VITA FELICE.

La svolta epocale è stata nel 2000, la nascita di Mymovies, grazie alla collaborazione con Gianluca Guzzo, che apre le porte all’era digitale ma sempre accompagnato dall’immarcescibile tomo cartaceo, per gli appassionati del contenuto da toccare ed esporre nella libreria di casa facendolo diventare un feticcio personale.

Nel 2012, Rossella Farinotti critica d’arte contemporanea e cinematografica, curatrice e giornalista insegna Promozione per l’arte e la cultura e Marketing in the Arts all’Università Cattolica del Sacro Cuore e History of cinema and video presso la Naba di Milano, diventa coautrice.

Il Farinotti 2023, chiaramente aggiornatissimo, contiene le schede dei film presentati alla 79a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Il Farinotti 2023 possiamo definirlo, ad honorem, l’antesignano  dizionario dei film!

Presentato in anteprima (come si addice per un evento cinematografico) al cinema Arlecchino di Milano il 16 dicembre 2022, con un parterre di personaggi illustri e introdotto da Matteo Pavesi direttore generale del MIC.

Giovanni De Santis

 

 

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

autobiography - il ragazzo e il generale

Al cinema dal 4 Aprile

Rakib, un giovane ragazzo indonesiano, diventa assistente di Purna, ex generale del regime in pensione. Quando Purna inizia una campagna elettorale per essere eletto sindaco, Rakib si lega all’uomo, diventato per lui mentore e figura paterna. Un giorno, però, un manifesto elettorale di Purna viene trovato vandalizzato: un gesto che avrà conseguenze inimmaginabili per entrambi.
Con un ritratto intimo di due generazioni che vivono sotto lo stesso tetto, il regista Makbul Mubarak ripercorre un doloroso periodo storico della sua nazione con un thriller intenso, che presenta forti risonanze con la contemporaneità ed una forte universalità del tema della lealtà e della vicinanza al potere.

i film per non dimenticare

27 Gennaio 2024

In occasione del Giorno della Memoria (27 gennaio) ci sembra opportuno segnalarvi una selezione di film nel nostro catalogo che sono stati fondamentali nel racconto di ciò che è successo durante gli anni della dittatura nazista: dai film di propaganda ai documentari, dalle prime opere realizzate nella Germania Est al cinema hollywoodiano, per conoscere il ruolo fondamentale della settima arte nella storia, nonché importante strumento di conoscenza. 

Nelle sezione “Guerra” sul nostro sito potrete quindi trovare capolavori come “I figli di Hitler”, un’aspra critica del regista Edward Dmytryk sull’educazione hitleriana, al vincitore del Festival di Locarno “Rotation” e il film perduto della propaganda nazista “Das Ghetto”.

Le muse impenitenti

L’associazione e compagnia teatrale le Muse Impenitenti, Marinetta Martucci e Arianna Villamaina, due attrici potentine, tornano a calcare il palcoscenico con una nuova esilarante ed originalissima commedia: Come lo zucchero per il caffè – ‘‘O Teatro è ‘o paese d’ ’o vero. Una commedia divertente e con performance di danza fuori le righe, che ci trasporta in un musical vero e proprio per poi allietare il pubblico con una sorpresa golosa. Lo spettacolo è un contenitore di arte a tutti gli effetti ed è un inno alle mille sfaccettature che in essa sopravvivono.