Skip to content

LA VITA STRAORDINARIA DI DAVID COPPERFIELD

La vita straordinaria di David Copperfield propone una nuova lettura della classica lode al
coraggio e alla perseveranza che rappresenta il romanzo di Charles Dickens filtrata dallo
sguardo comico dei suoi pluripremiati cineasti, offrendo al racconto dickensiano una nuova
linfa per un’epoca cosmopolita grazie a un variegato cast corale di attori teatrali e
cinematografici provenienti da tutto il mondo. Gli autori, vincitori di premi Emmy® e candidati
ai premi Oscar®, Armando Iannucci (In the Loop; Morto Stalin, se ne fa un altro; la serie televisiva HBO Veep – Vicepresidente incompetente) e Simon Blackwell (In the Loop, la serie televisiva HBO Succession) mettono il loro stile narrativo ironico e tuttavia di gran cuore al
servizio della rivisitazione dell’iconico eroe dickensiano narrandone le stravaganti peripezie che lo porteranno da orfano impoverito a promettente scrittore nell’Inghilterra vittoriana.

Prodotto da Kevin Loader e Iannucci, La vita straordinaria di David Copperfield è interpretato
dall’attore candidato all’Oscar Dev Patel (The Millionaire; Lion – La strada verso casa) nel ruolo
dell’omonimo protagonista e, tra gli altri, da: Aneurin Barnard, Peter Capaldi, Morfydd Clark,
Daisy May Cooper, Rosalind Eleazar, Hugh Laurie, Tilda Swinton, Ben Whishaw, Paul
Whitehouse, Gwendoline Christie, Anthony Welsh e Benedict Wong.

Il cast tecnico del film comprende anche il direttore della fotografia Zac Nicholson (Les
Misérables), la scenografa Cristina Casali (Morto Stalin, se ne fa un altro), i montatori Mick
Audsley (Assassinio sull’Orient Express) e Peter Lambert (Morto Stalin, se ne fa un altro), i
costumisti Suzie Harman (Pokémon: Detective Pikachu) e Robert Worley (Grand Budapest
Hotel) e la truccatrice e acconciatrice Karen Hartley-Thomas (la miniserie televisiva targata
Showtime Patrick Melrose), mentre le musiche sono composte da Christopher Willis (Morto
Stalin, se ne fa un altro) e il cast è stato selezionato da Sarah Crowe (Morto Stalin, se ne fa un
altro).

DAL 16 OTTOBRE AL CINEMA

Jim Culatta

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

autobiography - il ragazzo e il generale

Al cinema dal 4 Aprile

Rakib, un giovane ragazzo indonesiano, diventa assistente di Purna, ex generale del regime in pensione. Quando Purna inizia una campagna elettorale per essere eletto sindaco, Rakib si lega all’uomo, diventato per lui mentore e figura paterna. Un giorno, però, un manifesto elettorale di Purna viene trovato vandalizzato: un gesto che avrà conseguenze inimmaginabili per entrambi.
Con un ritratto intimo di due generazioni che vivono sotto lo stesso tetto, il regista Makbul Mubarak ripercorre un doloroso periodo storico della sua nazione con un thriller intenso, che presenta forti risonanze con la contemporaneità ed una forte universalità del tema della lealtà e della vicinanza al potere.

i film per non dimenticare

27 Gennaio 2024

In occasione del Giorno della Memoria (27 gennaio) ci sembra opportuno segnalarvi una selezione di film nel nostro catalogo che sono stati fondamentali nel racconto di ciò che è successo durante gli anni della dittatura nazista: dai film di propaganda ai documentari, dalle prime opere realizzate nella Germania Est al cinema hollywoodiano, per conoscere il ruolo fondamentale della settima arte nella storia, nonché importante strumento di conoscenza. 

Nelle sezione “Guerra” sul nostro sito potrete quindi trovare capolavori come “I figli di Hitler”, un’aspra critica del regista Edward Dmytryk sull’educazione hitleriana, al vincitore del Festival di Locarno “Rotation” e il film perduto della propaganda nazista “Das Ghetto”.

Le muse impenitenti

L’associazione e compagnia teatrale le Muse Impenitenti, Marinetta Martucci e Arianna Villamaina, due attrici potentine, tornano a calcare il palcoscenico con una nuova esilarante ed originalissima commedia: Come lo zucchero per il caffè – ‘‘O Teatro è ‘o paese d’ ’o vero. Una commedia divertente e con performance di danza fuori le righe, che ci trasporta in un musical vero e proprio per poi allietare il pubblico con una sorpresa golosa. Lo spettacolo è un contenitore di arte a tutti gli effetti ed è un inno alle mille sfaccettature che in essa sopravvivono.