Skip to content

SARÀ DEDICATA A MATTIA TORRE LA MANIFESTAZIONE DI PREMIAZIONE DELLA SECONDA FASE DEL PREMIO FRANCO SOLINAS 2019

Mercoledì 18 dicembre alle ore 18.30 presso la Sala Cinema del Palazzo delle Esposizioni si terrà la manifestazione di premiazione della seconda fase del Premio Franco Solinas 2019 alla Migliore Sceneggiatura che sarà dedicata a Mattia Torre con la proiezione del film “Piovono mucche” – vincitore del Premio Solinas 1996 – scritto da Mattia Torre, Filippo Bellizzi, Marco Damilano, Massimo De Lorenzo, Marco Marafini, Luca Vendruscolo, diretto da Luca Vendruscolo e prodotto da Gianluca Arcopinto.

Saranno presenti il regista, il produttore e il cast del film tra cui: Massimo De Lorenzo, Andrea Sartoretti, Alessandro Tiberi, Luca Amorosino e Carlo De Ruggieri.

La Giuria della seconda fase composta da: Maurizio Braucci, Linda Ferri, Silvia Napolitano, Paola Randi e Luca Vendruscolo decreterà il vincitore del Premio Franco Solinas Miglior Sceneggiatura di 9.000 euro e il vincitore della Borsa di Studio Claudia Sbarigia del valore di 1.000 euro, dedicata a premiare il talento nel raccontare i personaggi e l’universo femminile. La dotazione dei Premi della prima e della seconda fase del concorso è messa a disposizione dalla Società Italiana degli Autori ed Editori.

I 9 progetti Finalisti che concorrono ai premi sono:

– ALICE, tit. orig. LA BAMBINA IMMAGINARIAdi Eleonora BORDI e Giulia Camilla PACE;

– ARRUSI, tit. orig. MAI PIÚ LIBERIdi Luca Maria PICCOLO;

– DAGOS, tit. orig. GLI INDESIDERATIdi Luca MASTROGIOVANNI e Ciro ZECCA;

– ELASTICI, tit. orig. LA CURAdi Luca GIORDANO;

– FALSA PARTENZA, tit. orig. LA SECONDA CORSAdi Alessandro PADOVANI;

– L’ANGELO INFELICE, tit. orig. LA VALLE DEI SORRISIdi Paolo STRIPPOLI, Jacopo DEL GIUDICE e Milo TISSONE;

– L’ESTATE DELLA SVOLTA, tit. orig. LE COSE SPORCHEdi Luca GIORDANO;

– LA TERRA, tit. orig. IL CANONE di Fabio CIAMPO e Giorgio GLAVIANO;

– SACRA FAMIGLIA, tit. orig. ACQUARIO di Lucio RICCA e Oliviero DEL PAPA.

I Finalisti sono stati selezionati dalla Giuria della prima fase composta da: Enrico Audenino, Mariangela Barbanente, Giulia Calenda, Teresa Cavina, Salvatore De Mola, Graziano Diana, Silvia Ebreul, Alessandro Fabbri, Valentina Gaddi, Filippo Gravino, Guido Iuculano, Marcello Izzo, Laura Luchetti, Ilaria Macchia, Michele Pellegrini, Barbara Petronio, Laura Pugno, Domenico Rafele, Ludovica Rampoldi, Stefano Sardo, Roberto Scarpetti, Lisa Sultan, Massimo Torre, Lorenzo Vignolo, Stefano Voltaggio.

Premio Solinas

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

autobiography - il ragazzo e il generale

Al cinema dal 4 Aprile

Rakib, un giovane ragazzo indonesiano, diventa assistente di Purna, ex generale del regime in pensione. Quando Purna inizia una campagna elettorale per essere eletto sindaco, Rakib si lega all’uomo, diventato per lui mentore e figura paterna. Un giorno, però, un manifesto elettorale di Purna viene trovato vandalizzato: un gesto che avrà conseguenze inimmaginabili per entrambi.
Con un ritratto intimo di due generazioni che vivono sotto lo stesso tetto, il regista Makbul Mubarak ripercorre un doloroso periodo storico della sua nazione con un thriller intenso, che presenta forti risonanze con la contemporaneità ed una forte universalità del tema della lealtà e della vicinanza al potere.

i film per non dimenticare

27 Gennaio 2024

In occasione del Giorno della Memoria (27 gennaio) ci sembra opportuno segnalarvi una selezione di film nel nostro catalogo che sono stati fondamentali nel racconto di ciò che è successo durante gli anni della dittatura nazista: dai film di propaganda ai documentari, dalle prime opere realizzate nella Germania Est al cinema hollywoodiano, per conoscere il ruolo fondamentale della settima arte nella storia, nonché importante strumento di conoscenza. 

Nelle sezione “Guerra” sul nostro sito potrete quindi trovare capolavori come “I figli di Hitler”, un’aspra critica del regista Edward Dmytryk sull’educazione hitleriana, al vincitore del Festival di Locarno “Rotation” e il film perduto della propaganda nazista “Das Ghetto”.

Le muse impenitenti

L’associazione e compagnia teatrale le Muse Impenitenti, Marinetta Martucci e Arianna Villamaina, due attrici potentine, tornano a calcare il palcoscenico con una nuova esilarante ed originalissima commedia: Come lo zucchero per il caffè – ‘‘O Teatro è ‘o paese d’ ’o vero. Una commedia divertente e con performance di danza fuori le righe, che ci trasporta in un musical vero e proprio per poi allietare il pubblico con una sorpresa golosa. Lo spettacolo è un contenitore di arte a tutti gli effetti ed è un inno alle mille sfaccettature che in essa sopravvivono.