LADY BIRD

REGIA: Greta Gerwig
ATTORI: Saoirse Ronan, Laurie Metcalf, Tracy Letts, Lucas Hedges, Odeya Rush, Timothée Chalamet, Kathryn Newton, Jake McDorman, Lois Smith, Laura Marano

Greta Gerwig, già interprete di pellicole che hanno riscosso un certo successo anche nel nostro Paese (Frances Ha, Lo stravagante mondo di Greenberg, Il piano di Maggie – A cosa servono gli uomini),
torna al cinema in veste di regista e sceneggiatrice con Lady Bird.

Christine, che preferisce farsi chiamare da tutti Lady Bird, è una diciassettenne che frequenta l’ultimo anno di un liceo cattolico di Sacramento.
Educatamente ribelle, Lady Bird si barcamena, come tutti i ragazzi della sua età, tra noiose lezioni scolastiche, primi amori e relativi approcci sessuali, conflitti familiari.
Brillante, pungente ed anticonformista, Lady Bird sogna di trasferirsi a New York per frequentare il college, ma dovrò vedersela con i problemi economici (e non solo) della sua famiglia.
Un affresco credibile dell’americana provinciale e un po’ bacchettona alle soglie della seconda guerra del Golfo: Lady Bird ci accompagna nei turbamenti adolescenziali con ironia e freschezza,
senza mai scadere nella retorica o nella volgarità.


Le storie adolescenziali sono raccontate spesso da un punto di vista maschile e anche per questo è benvenuto un film al femminile.
Lady Bird è un film di respiro internazionale: ovunque nel mondo c’è una provincia da cui fuggire e da custodire nel cuore (una volta fuggiti).
Candidato a cinque premi Oscar, Lady Bird uscirà nelle sale il prossimo primo marzo.

Sabrina Dolcini

Il Piano Di Maggie

“Il piano di Maggie – a cosa servono gli uomini”, una divertente e romantica commedia scritta e diretta da Rebecca Miller.

Maggie, una deliziosa e seria trentenne newyorkese, vuole avere un figlio da sola, visto che l’amore tarda ad apparire nella sua vita…. facendosi donare lo sperma da un ex compagno di scuola.

Ma quando deciderà di mettere in pratica il suo piano, arriverà un uomo, sposato ed in crisi coniugale, che la farà innamorare. Da qui si intrecceranno le vite dei protagonisti, tra riflessioni amorose ed inattesi colpi di scena (una canzone di Bruce Springsteen “Dancing in the dark”, che ‘canta’ il matrimonio quando il fuoco si spegne e dà citare), Maggie capirà che a volte il destino deve essere lasciato senza tante complicazioni.

il pino_2

Cast di alto livello, in cui spiccano un’intensa e radiosa Greta Gerwig, già ammirata in “Frances Ha” e Julianne Moore, nei panni della moglie algida ed arguta di un Ethan Hawke, marito immaturo in crisi creativa ed esistenziale.

Commedia dal ritmo brillante, con dialoghi mai banali né superficiali: Rebecca Miller guarda all’essenza delle relazioni umane, nella loro complessità e ricchezza, producendo dialoghi spassosi, satira aspra e equivoci esilaranti sull’innamorarsi, sull’incapacità di continuare ad amarsi, sull’inattuabilità dello smettere di amarsi.

_MG_3068.CR2
_MG_3068.CR2

Si ride molto con i protagonisti, in cui non possiamo che immedesimarci: non è sempre una buona idea giocare con il destino, mentre ascoltare le nostre emozioni lo è.