ENNIO DORIS C’E’ ANCHE DOMANI

Medusa Film - Ennio Doris – C’è anche domani

un film di GIACOMO CAMPIOTTI

con MASSIMO GHINI e LUCREZIA LANTE DELLA ROVERE

tratto dall’autobiografia di Ennio Doris
C’È ANCHE DOMANI
(edizioni Sperling & Kupfer)

EVENTO SPECIALE AL CINEMA 15, 16, 17 APRILE

 

 

 

 

 

 

2008  crollo di Lehman Brothers ed inizio di una pesante crisi economica.
Ennio Doris, l’uomo d’oro della finanza italiana, il “banchiere gentile” che costruì la banca Mediolanum attiva nel settore della finanza e del risparmio,   prende  decisioni  sorprendenti. Con continui flashback il film  si dipana lungo tre archi temporali. Quello del bambino con una capacità d’osservazione straordinaria, quello del giovane uomo innamorato e con un sogno nel cuore e quello del banchiere entrato nell’immaginario collettivo.
Con una retorica che non lascia tregua il film sciorina situazioni e personaggi in un lungo arco temporale con un falso sottofondo buonista. Un Berlusconi senza età domina la scena nell’ultima parte della pellicola.

 

 

 

 

 

Bravi sicuramente MASSIMO GHINI e LUCREZIA LANTE DELLA ROVERE (  e solo loro ), ma non basta per un film che speriamo non sia il primo di una lunga serie di pellicole celebrative del Presidente Belusconi.
prodotto da GUIDO BORGHI
una produzione MOVIE MAGIC INTERNATIONAL

Trailer

 

 

 

 

 

SERENA PASINETTI

L’agenzia dei bugiardi

Un film di Volfango De Biasi. 

Con Giampaolo Morelli, Massimo Ghini, Alessandra Mastronardi, Paolo Ruffini, Carla Signoris.

Sentimentale ma anche demenziale, pieno di gag ben riuscite, la commedia  prende spunto dal successo francese del 2017 “Alibi.com” e ti fa passare l’ora e mezza senza accorgertene, senza le volgarità e le donnine discinte (cavallo di battaglia di molte altre commedie italiane), ironizzando ma senza giudicare dell’errore commesso, il tradimento.

Mentire e tanto sbagliato quanto liberatorio e proprio per questo, quasi nessuno può resistere.

L’agenzia dei bugiardi, diretto da Volfango De Biasi (che fa anche un cameo), ha un deus ex machina, Fred (Giampaolo Morelli), un romantico disilluso, con due soci, il super nerd Diego (Herbert Ballerina) e il neofita, narcolettico Paolo (Paolo Ruffini)

con un motto: “Meglio una bella bugia che una brutta verità.”.

Fornire alibi a prova di bomba a mariti forse annoiati dalla routine o delusi dalla loro relazione coniugale è la loro missione, da veri agenti segreti, h 24!

Multi generazionale, sarà spassoso sia ad un pubblico agè che a quello più giovane, temi che toccano la nostra società in materia coniugale, non solo per l’amore tra etero, ma anche amore onanista, tra generi o solo la volontà di infrangere le regole: rende la commedia spassosa e intrigante.

I due camei con Piero Pelù e Vaporidis…ecco si potevano evitare.

Al cinema dal 17 gennaio

Giovanni De Santis