Bob & Marys – Criminali a domicilio

Regia di Francesco Prisco.
Un film con Rocco Papaleo, Laura Morante, Massimiliano Gallo, Giovanni Esposito, Simona Tabasco.

Una toscana (Laura Morante) e un lucano ( Rocco Papaleo) con curricula attoriali di grande rispetto,
in un contesto (campano) che non riescono a rappresentare.
Facendo il verso alla famiglia di fantozziana memoria, (meno male che la figlia non è brutta e imbranata come Mariangela)


sono due personaggi un po’ “sfigati”, bistrattato nel lavoro di istruttore di scuola guida Lui e operatrice volontaria Lei.
Dimenticati i sussulti di quando erano giovani e con una vita da piccoli borghesi, dopo trent’anni di piatta vita coniugale
vengono alle prese con piccoli camorristi che non incutono timore ma ilarità.


Una commedia che non ha l’imprinting della comicità né del dramma sociale.
Mancano le battute, la satira e se non bastasse il finale è alquanto scontato e prevedibile.

Giovanni De Santis
Al cinema dal 5 Aprile

the place

GENERE: Drammatico ANNO: 2017
REGIA: Paolo Genovese
ATTORI: Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Alba Rohrwacher, Vittoria Puccini, Rocco Papaleo, Silvio Muccino, Silvia D’amico, Vinicio Marchioni, Alessandro Borghi, Sabrina Ferilli, Giulia Lazzarini

The Place, è l’adattamento di una serie del 2010, The Booth at the End.
Nella colonna sonora il brano inedito The Place interpretato da Marianne Mirage, nome d’arte dell’italiana Giovanna Gardelli e How Do You Feel Today?.
Un’unica location: un bar, una serie di personaggi si alternano, vanno, vengono e si siedono tutti al tavolo di un misterioso uomo che pare possa esaudire ogni desiderio in cambio di qualcosa e questo qualcosa ha il volto della tragedia o della spregevolezza.


Mastandrea è il personaggio che funge da giunto cardanico, tra le tante persone che (non si sà come lo abbiano contattato) cercano vendette, passioni, miracoli, per ognuno c’è il suo e lui ha il rimedio a tutto, semplicemente aprendo un quaderno e assegnando in cambio un compito da assolvere, ma questo è possibile a tutti noi senza l’aiuto di un essere miracoloso o tantomeno di un diavolo.
I ruoli vengono recitati ognuno con il personaggio più simile a loro, Giallini il solito poliziotto, il giovane scapestrato Silvio Muccino e così via, ma rendono bene la parte e le scelte che i personaggi devono affrontare sono come sempre per il bene o il male, ma completamente liberi di scegliere.


Non ci sarà il colpo di scena, ma il finale lo determinerà la brava Ferilli.
Al cinema dal 9/11/2017

Orecchie

Orecchie, scritto e diretto da Alessandro Aronadio, è una commedia italiana in uscita il prossimo 18 maggio.

Daniele Parisi, protagonista del film, si sveglia una mattina con un fastidioso fischio alle orecchie e un messaggio misterioso da decifrare appeso al frigorifero. Da ciò scaturirà una lunga giornata densa di incontri, spesso tragicomici, che lo condurranno ad una riflessione sul senso di sé e della vita.

orecchie_2

Girato interamente in bianco e nero, Orecchie si avvale di numerosi attori di primo piano (fra gli altri, Pamela Villoresi, Rocco Papaleo, Piera Degli Esposti, Milena Vukotic) e di riprese in una Roma insolita, non patinata.

Il film, capace di momenti di autentica comicità, patisce però un andamento eccessivamente lento, che ne spezza il ritmo, con un’eccessiva centratura sul protagonista.

Orecchie è stato presentato al Festival di Venezia 2016 nella sezione Biennale College.

Sabrina Dolcini